Sabato 25 Novembre 2017 – ore 21.00 – Palazzetto Visconti di Caronno Pertusella (VA)

ETS International Pallavolo Caronno – PVL Cerealterra Ciriè 0-3

(18-25, 20-25, 23-25)

ETS Caronno: DiNoia, Daolio, Laneri, Lella, Gambardella, Ravasi, Altamura (L), Quaglio, Grisi, Fasol (L). N.E.: Graziani, Pierangeli, Maiorano.

Allenatore: B.Feltri. Assistente: Codarri.

PVL Cerealterra Ciriè: Calligaro, Bassani, Scarrone, Agosti, Aimone, Dogliotti, Sansanelli (L), Arnaud, Caianiello, Cominu, Cena. N.E.: Magnetti, Casale, Cocchia (L2).

Allenatore: Bertini. Assistente: Cena e Zanchetta.

Caronno Pertusella (VA): “Six In A Row” dicono gli americani, ovvero: una serie (vincente) ha ragione di essere evidenziata da quota 6 in avanti. Così la 6sta vittoria della Cerealterra, giunta in terra varesina sulle ali dell’entusiasmo dopo il derby di settimana scorsa contro S.Mauro, posiziona i ciriacesi al 2ndo posto in classifica, dopo (quasi) 1/3 di campionato. La partita contro l’ETS rivelava qualche incognita: Caronno è una società nobile e storica, vero avamposto della pallavolo ad alto livello in provincia di Varese. 9 partecipazioni alla serie B1, alcune delle quali ad altissimo livello, tra il 1995 e il 2004, anno in cui i dirigenti scelsero di non fare il passo più lungo della gamba e rinunciarono alla terza categoria nazionale. Da quella stagione iniziò l’ascesa dei vicini di Saronno, fino al ritorno di questa estate, costruita con intelligenza attorno a 2 big quali l’opposto Daolio e il palleggiatore DiNoia, e qualche giovane di buone prospettive (Laneri e Gambardella su tutti).

Nel primo set la determinazione della PVL è elemento tangibile: battuta insidiosa, difesa attenta e una costruzione dell’attacco praticamente perfetta sono gli elementi del perentorio 16-25, con l’ormai classico doppio cambio Arnaud-Caianiello a siglare il parziale.

L’equilibrio di inizio secondo set viene poi spazzato via da una sequenza di battute in salto targate Scarrone. Il martello di Novi Ligure piazza un break decisivo nella prima metà del
parziale, e alla PVL non rimane che amministrare il vantaggio. In questo parziale sale l’opposto di casa, Daolio, che inizia a trovare continuità in attacco, ma il suo omologo, Bassani,
che guarda caso proprio a Caronno ha iniziato la sua carriera, non è da meno e martella dalla seconda linea per il 20-25 finale.

Il terzo parziale riprende nel segno di Daolio, che tiene i suoi attaccati, nel punteggio, i blues, che nel frattempo hanno avvicendato Aimone con Cena. E’ proprio il lungo centrale classe 1995 che piazza due muri decisivi a metà set; saranno quel piccolo vantaggio che, protratto fino alla fine, regalerà la vittoria alla Cerealterra, che sale così a quota 16 punti. Commenta così a fine gara l’assistente allenatore, Mattia Zanchetta

“Questa gara poteva complicarsi, ma la concentrazione di inizio gara ci ha subito posizionati sul binario giusto. La ricezione è stata la cartina di tornasole di questa “lucidità mentale” e tutto il gioco ne ha beneficiato. Adesso la testa va a Sabato prossimo, quando affronteremo Garlasco, in un match molto insidioso. I pavesi sono una squadra da primissime posizioni, in ripresa e lanciati verso le posizioni che competono loro. Sarà, per citare il prof. Giampaolo Palumbo, una partita a scacchi, giocata alla massima velocità”.

 

Campionato Nazionale Serie B Maschile | Girone A | 7′ Giornata

Potrebbe anche interessarti