Sabato 9 Dicembre 2017 – ore 21.00 – Palazzetto Langhe di Alba (CN)

Mercatò Alba – PIVIELLE Cerealterra Ciriè 1-3

(20-25, 25-15, 22-25, 21-25)

 Mercatò Alba: Perfetto, Avalle, Crusca, Miglietta, Gonella, Morchio, Magnone (L), DiMiele, Casalone, Quaglia N.E.: Altare, Marocco.

Allenatore: L.Negro.

PIVIELLE Cerealterra Ciriè: Calligaro, Bassani, Scarrone, Agosti, Aimone, Dogliotti, Sansanelli (L1), Arnaud, Caianiello, Cominu, Cena. N.E.: Magnetti, Casale, Cocchia (L2).

Allenatore: Bertini. Assistenti: Cena e Zanchetta.

Alba (CN): A volte un giretto all’inferno può servire a guadagnarsi (un pezzettino di) paradiso. La 7ma vittoria (su 9 gare) dei ragazzi del Presidente Casu giunge al termine di una gara vibrante e altalenante, dove i “blues” si sono persi, in un frangente del terzo set, per poi riappropriarsi della giusta convinzione e determinazione. La gara si apre con un sostanziale equilibrio (5-5) ma la PVL trova subito in Dogliotti, Scarrone e Bassani due terminali offensivi importanti per scavare il solco (8-5). Da quel momento il set si fa in discesa, e l’ingresso di Arnaud, che contribuisce con un ottimo lavoro a muro a neutralizzare il temuto opposto Avalle, suggella il parziale con un netto 25-20.

Nel secondo set Ciriè semplicemente si dimentica di scendere in campo. A nulla valgono i tentativi di “rivitalizzare” la squadra con gli innesti di Casale, Caianiello e del sempre preciso Arnaud; gli errori dei ciriacesi consegnano di fatto il parziale a Alba (15-25) che galvanizzata, mette a segno i primi 2 punti del set successivo. Da quel momento però, la Cerealterra ritrova la propria qualità e con un parziale “monstre” di 19-7 sembra mettere una pietra sul risultato. E invece l’ingresso di Quaglia in regia al posto di Perfetto riporta in auge i padroni di casa, che trovano anche nella ricezione di DiMiele una sicurezza in più, per altro facilitata dalle semplici battute della PVL. Qualche “tono alto” nei time-out e una rinnovata energia, con il solito Bassani e un ottimo Agosti, spingono Dogliotti e compagni a chiudere – con qualche patema.

A questo punto si gioca solo di nervi e di cuore. Aimone e soprattutto Agosti suonano la carica, Scarrone continua a martellare on una costanza significativa e Sansanelli, autore di una prova maiuscola, riempie tutti gli spazi disponibili, rendendo inaccessibile il parquet di parte ospite.

Il 25-21 finale del quarto set chiude la contesa e consegna altri 3 punti alla PVL Cerealterra Ciriè che sale così al secondo posto in classifica, in coabitazione del Cuneo: solo un quoziente set infinitesimale relega i ragazzi di Bertini fuori dalla zona Play-Off.

“Mi spiace aver dovuto alzare i toni tra il terzo e il quarto set”

ammette a fine gara l’allenatore PVL

“In alcuni momenti terminano i temi tecnico-tattici e rimane la testa, il cuore, lo stomaco a determinare l’andamento delle gare. Credo però che il cambio di rotta sia stato tangibile, efficace e significativo. Purtroppo non si può giocare sempre di fioretto. I ragazzi meritano i complimenti per aver condotto positivamente una gara difficile, contro un’avversaria in ripresa. Adesso pensiamo subito a Novi, un’altra avversaria da prendere con le molle”.

Un ringraziamento al dirigente-fotografo Lorenzo Fornelli per la disponibilità.

Campionato Nazionale Serie B Maschile | Girone A | Giornata 9

Potrebbe anche interessarti